Nov 25

Vox Italia a Milano fa il tutto esaurito. Vi aspettiamo il 3 dicembre a Genova.

A Milano Vox Italia è partito subito fortissimo, sala stracolma e autentiche ovazioni per i vari relatori. Il vero sovranismo, quello socialista e costituzionalmente orientato e non quello becero ed ultraliberista a trazione salviniana, ha ora una casa.

Speriamo che chi in questi anni si è scioccamente (o per bieco opportunismo) avvicinato a Lega e M5S ora comprenda che deve venire con noi, che a questo punto rappresenteremo forse davvero l’ultima speranza di fermare la morte della Repubblica Italiana. Di partiti sovranisti in senso costituzionale infatti ci sono solo Vox ed FSI a cui va sempre la mia stima e gratitudine per quanto fatto in questi anni e con cui dovremmo presto parlare di alleanze elettorali.

Nei prossimi mesi sono in calendario ulteriori cessioni della nostra sovranità nazionale, che procederemo a tentare di fermare anche giudizialmente e non sono politicamente (a proposito le cause costano e gli aiuti economici sono graditi, contattatemi privatamente per contribuire). Da più parti si ribadisce senza più nessun pudore, da ultimo anche nei giorni scorsi lo stesso Sergio Mattarella, che la sovranità e l’indipendenza è possibile solo in europa. Concetto non nuovo e sdoganato per primo da Macron che ci parlò già nel 2017 di sovranità europea. Come se si potesse parlare di indipendenza e vera sovranità laddove nessuna scelta che ci riguarda, che riguarda il territorio italiano, potrà essere presa senza il consenso dell’europa. Il bilancio unico, il completamento dell’unione bancaria e il mes (di questo si parla soprattutto per distrarre sul resto) sono passi gravissimi verso la sottrazione della sovranità al popolo italiano. Rappresentano una vera road map verso gli Stati Uniti d’Europa, che saranno, come ci ricordava anche Lelio Basso fin dal 1949, il regno di conquista della finanza predatoria anglo americana.

Sconfiggere il regime avendo modo di diffondere sulle tv i nostri contenuti, per noi sarebbe semplice. La nostra superiorità divulgativa sul punto è schiacciante. D’altronde chi dice la verità è per definizione sempre più convincente rispetto a chi mente. Ma questi spazi televisivi li avremo solo una volta arrivati ad alte percentuali, oppure aggregando qualcuno che ha già questa visibilità (già abbiamo per fortuna il sempre ottimo Diego Fusaro). Chiaramente serve anche un’azione dal basso, servite voi! Servono iscritti (clicca qui per iscriverti) e militanti, un esercito che agisca attraverso attivismo e passa parola.

In merito vi rammento dell’imminente lancio di Vox Liguria con l’evento del 3 dicembre, nella locandina i dettagli.  L’evento non sarà solo una conferenza, ma nella seconda parte si farà un primo incontro organizzativo in Liguria. Contiamoci e pesiamoci anche per dare battaglia alle prossime regionali. Non possiamo lasciare la regione in mano a Toti e ai liberisti in camicia verde, che in questi anni hanno tagliato e privatizzato, come di consueto e in perfetta continuità con i gemelli del Partito Democratico. La Liguria ha bisogno di politiche opposte di un aumento della spesa sanitaria e di riprendere il controllo dei servizi svenduti ai privati.

 

 

 

 

 

 

 

Avv, Marco Mori